1 novembre 2015

l

Inter prima!

Prima di tutto Inter. I nerazzurri superano la Roma e conquistano la vetta della classifica. Un primato che questa volta è destinato a rimanere tale anche dopo che le avversarie scenderanno in campo. Sì, perché con il sesto 1-0 stagionale l’Internazionale dimostra di essere solida e pragmatica e di meritare la cima della graduatoria. Un gran bel dolcetto, nella notte dello scherzetto alla Roma.

Decide Medel, al 31’ della prima frazione, con un diagonale di destro rasoterra, dopo una bella giocata di Jovetic: tiro che rimbalza un paio di volte prima di infilarsi in porta. Conclusione da tre punti, che poi significa massimo risultato con il minimo sforzo. Già perché è i nerazzurri sono padroni del campo e forti della propria solidità badano al sodo, che poi significa primato. Per riuscire nell’impresa di fermare il miglior attacco del campionato è decisivo Handanovic.
La Roma ha fiammate di grande pericolosità, Gervinho porta a spasso i difensori, ma la prevista superiorità in mezzo non si verifica. Il finale senza Pjanic (rosso per doppia ammonizione) è confusionario, il pareggio non può arrivare.

L’Inter, chiamata alla risposta alle domande sul gioco contro una grande, viene piazzata da Mancini con un modulo speculare rispetto ai giallorossi: 4-3-3 con linee compatte, squadra spesso arretrata e ripartenze saltuarie, ma efficaci. Il tridente è composto da Jovetic, Perisic e Ljajic. Mancini prepara meglio il match perché riesce nel proposito di incartare il miglior attacco del campionato per ritrovarsi al comando, dopo undici giornate. L’Inter è solida, matura e cinica. Quanto basta per comunicare alla concorrenza che nella corsa al tricolore si fa sul serio.

INTER-ROMA 1-0

INTER (4-3-3) Handanovic; D’Ambrosio (33’st Ranocchia), Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel (6’st Kondogbia), Guarin; Perisic, Jovetic (20’ Palacio), Ljajic. A disposizione: Carrizo, Jesus, Telles, Montoya, Santon, Gnoukouri, Icardi, Biabiany, Manaj. All.: Mancini.
ROMA (4-3-3) Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Digne; Florenzi (18’st Iago Falque), Nainggolan, Pjanic; Gervinho (38’st Iturbe), Dzeko (32’st Vainqueur), Salah. A disposizione: De Sanctis, Castan, De Rossi, Ponce, Gyomber, Emerson, Torosidis, Ucan, Sadiq. All.: Garcia.
ARBITRO Rizzoli di Bologna.
MARCATORI Medel al 31’ p.t.
NOTE spettatori 59.213. Espulso Pjanic al 28’ s.t. per somma di ammonizioni. Ammoniti Guarin per gioco scorretto, Handanovic per c.n.r. Recuperi: 1’ p.t.; 5’ s.t.

yoo