20 settembre 2015

l

 

Superato anche il Chievo con la rete di Mauro Icardi

L’Inter continua a vincere. I nerazzurri passano di misura al Bentegodi sconfiggendo un buon Chievo grazie al primo gol in campionato di Mauro Icardi, decisivo al 41′ del primo tempo. E’ il quarto successo in altrettante gare per i ragazzi di Mancini, che iniziano quindi la fuga in campionato. Maran conferma la formazione tipo, mentre Mancini non recupera gli infortunati Miranda e Juan Jesus, così Medel arretra nuovamente in difesa con Murillo e sulla sinistra c’è l’esordio dal 1′ del brasiliano Alex Telles. In attacco rinviato l’esordio di Ljajic, c’è Jovetic titolare. Partita contratta, anche a causa del gran caldo e, oggettivamente, poche le occasioni da segnalare. Kondogbia e Perisic sono i più attivi per l’Inter, dall’altra parte Birsa centra la barriera su un calcio di punizione dai 25 metri. Grande lotta in mezzo al campo ma poche occasioni.
Il calcio è fatto di episodi e, di conseguenza, al 42′ Kondogbia mette in area una palla per il silente Icardi, Gobbi non riesce a controllarla, l’interista invece la amministra bene col sinistro, superando anche Bizzarri, e insaccandola in rete. L’Inter è in vantaggio. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere: passano appena 30” e Birsa trova un conclusione potente dalla distanza, Handanovic è attento e respinge. Termina così il primo tempo con gli ospiti in vantaggio. Nella ripresa il Chievo pressa la porta avversaria, Paloschi viene liberato da Meggiorini, ma calcia troppo alto. Maran si gioca anche la carta M’Poku, ma non arrivano grandi occasioni. La difesa nerazzurra regge anche quando Murillo deve lasciare il terreno di gioco per infortunio, al suo posto entra Ranocchia. Medel è un gigante, Felipe Melo generoso nel coprire gli attacchi dei ragazzi di Maran. Mancini sostituisce Jovetic con Palacio, utilissimo nel gestire i palloni in zona offensiva. A 5 minuti dalla fine Santon (uno dei migliori) lancia in profondità Perisic che è imprendibile in velocità, ma che successivamente si fa recuperare da un generosissimo Frey. Niente raddoppio, poco male perché nel recupero succede poco e così l’Inter può festeggiare la quarta vittoria consecutiva e il primo posto a punteggio pieno.

CHIEVO-INTER 0-1 (0-1)
CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Hetemaj, Rigoni (35’st Pepe); Birsa (30’st Mpoku); Paloschi (23’st Inglese), Meggiorini. A disp.: Bressan, Seculin, Dainelli, Pinzi, Christiansen, Mattiello, Sardo, Cacciatore, Pellissier. All.: Maran.
INTER (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Medel, Murillo (24’st Ranocchia), Telles; Guarin, Felipe Melo, Kondogbia (40’st Brozovic); Perisic; Jovetic (29’st Palacio), Icardi. A disp.: Carrizo, Radu, Biabiany, Montoya, Ljajic, Gnoukouri, D’Ambrosio, Nagatomo, Manaj. All.: Mancini.
ARBITRO: Tagliavento di Terni.
RETI: Icardi al 41′
AMMONITI: Guarin, Rigoni, Meggiorini e Mpoku.
ANGOLI: 8-7 per il Chievo.
RECUPERO: 0′ e 5′

yoo